Dolce carezza

Beati i timidi
perché abitano la terra
in modo delicato.

– Marco Ermentini –

carezze

“Ho imparato presto a non mostrare
i miei arcobaleni ai daltonici…

In cuffia: Un cuore semplice – Rossana Casale
… e mille pensieri nella mente!

Noi non siamo esattamente ciò che tutti vedono.
Siamo ciò che pochi trovano.
E che pochi, pochissimi comprendono.

– A. De Pascalis –

Ma…

image

… la cosa di cui ho più bisogno in questo periodo è stare bene, dormire la notte, sorridere quando posso, vivere meglio che posso, sentirmi creduta e voluta bene. Sembra un pensierino di una bambina delle elementari, se non fosse tutto quello che desidero e che non mi è dato di avere.

Semplicemente laura

46

E’ una canzone dedicata a Valentino Rossi… ma…
ognuno di noi le canzoni le sente a modo proprio…
e questa la sento molto mia, forse perchè 46 sono gli anni
che mi aspettano all’orizzonte e forse perchè…………….

Buona notte a tutti

ps: sino ad oggi non capivo precisamente a cosa servisse la moderazione dei commenti, con oggi ho compreso che la tolleranza non paga mai. Perdonate se i vostri commenti, per quanto ancora abbia voglia di pubblicare, vengono lasciati in sala d’attesa. Mi dispiace per gli amici più cari abituati a commentare liberamente e perchè non ero mai arrivata a dover mettere delle regole nel mio blog.

La regola dell’equilibrio

love

E forse era così, perché la vera unità misura del tempo non sono i giorni, le settimane, i mesi, gli anni. La vera unità di misura del tempo sono gli accadimenti inattesi, quelli che cambiano tutto e ti fanno capire che tante altre cose, prima , sono successe e non te ne eri accorto, e avresti dovuto; e tante cose che davi per scontate non succederanno più.

Gianrico Carofiglio, “La regola dell’equilibrio”

Ascoltando: Fisher – You

…Bye bye

Auguri Alternativi

capodanno-2015

Visto che, per porvi i miei piu cari auguri di Buon Anno, parole augurali non me ne escono, neppure spremendomi come un limone… mi affido a citazioni appropriate per l’occasione, cercando così d’esser gentile con Voi lettori e Amici che ben poco c’entrate con il mio periodo poco positivo e con la mia visione della fine dell’anno:

  • “Se potessi offrirti, stamane, il regalo più prezioso, sarebbe un tempo senza inizio e senza fine.
    Una vita colma di buona salute e di quella pace e gioia interiore che possono provenire solamente dallo spirito.
    Sarebbe purezza nei tuoi pensieri e nelle tue parole affinché nulla ti possa avvicinare che non sia bellezza.
    Sarebbe un sonno profondo ed un respiro di dolce serenità.
    Sarebbe comprensione dell’abisso che c’è tra il materiale e lo spirituale-cosicché rabbia e frustrazione si dissolverebbero in un caldo rifugio d’amore.
    E tu saresti per sempre il più fedele degli amici, non per me ma per te stesso.
    Tutti i frutti della vita germogliano nel cuore, così questo mio dono è dal mio cuore al tuo”

(Pensiero degli Americani Nativi)

  • Per il 2015 vi auguro la forza interiore per cambiare tutto ciò che può essere cambiato e per lasciare andare tutto ciò che è malandato.
    Non c’è auguro migliore che possa farvi dal mio cuore al vostro.

(Teresa D’Auria)

  • Primo proposito, rinnovabile 365 giorni all’anno: commettere errori di felicità.

(Massimo Bisotti)

10882110_1524808201110364_6411962438212236932_n

Ma canticchiando fra me e me:

BUONA FINE  E MIGLIOR PRINCIPIO!!!

…E MI RACCOMANDO: UBRIACATEVI!!!

Bisogna sempre essere ubriachi. Tutto qui: è l’unico problema. Per non sentire l’orribile fardello del Tempo che vi spezza la schiena e vi tiene a terra, dovete ubriacarvi senza tregua. Ma di che cosa? Di vino, poesia o di virtù : come vi pare. Ma ubriacatevi. E se talvolta, sui gradini di un palazzo, sull’erba verde di un fosso, nella tetra solitudine della vostra stanza, vi risvegliate perché l’ebbrezza è diminuita o scomparsa, chiedete al vento, alle stelle, agli uccelli, all’orologio, a tutto ciò che fugge, a tutto ciò che geme, a tutto ciò che scorre, a tutto ciò che canta, a tutto ciò che parla, chiedete che ora è; e il vento, le onde, le stelle, gli uccelli, l’orologio, vi risponderanno: “E’ ora di ubriacarsi! Per non essere gli schiavi martirizzati del Tempo, ubriacatevi, ubriacatevi sempre! Di vino, di poesia o di virtù , come vi pare”

(C. Baudelaire)

WITH LOVE BY DOLCENERA