Una Pizza del Cavolo :)

Pizza del cavolo

Siete a dieta, ma siete anche golosi di pizza?
Questa è una soluzione validissima e ipocalorica… soprattutto non si sente affatto il sapore del cavolfiore. Da provare!!! Ve la consiglio :)
Provata e garantita by DolceNera

Ingredienti:

1 cavolfiore grande
1 albume d’uovo
qualche cucchiaio di salsa di pomodoro
1 mozzarella light
sale q.b.
origano

Preparazione:

Fare bollire in acqua poco salata un cavolfiore lavato, mondato e tagliato a pezzi.
Una volta cotto lasciare scolare molto bene il cavolfiore e tritarlo in un mixer.
Aggiungere il bianco di un uovo al composto e mescolare bene.
In un tegame tondo antiaderente spianare il composto leggermente più spesso della base di una pizza normale ( poichè tende, in cottura, a ritirarsi assottigliarsi e rimpicciolire) e infornare a 200°, tenendo controllata la cottura; non appena solidifica il composto sfornare e aggiungere alla base i cucchiai di passata di pomodoro salata a piacere, la mozzarella light e l’origano. Infornare sino a che la mozzarella non si scioglie.
Io ho fatto la versione pizza a cuore utilizzando la placca del forno con sotto un foglio di carta forno.
E’ anche carina da vedersi, vero?

Buon Appetito!!!

DolceNera
Annunci

Chips dietetiche al microonde

pdb

 

INGREDIENTI
olio
patate
sale
paprika
rosmarino
PREPARAZIONE
Lavo con cura le patate e le affetto sottili con la mandolina, successivamente le immergo in un contenitore con l’acqua e le lavo velocemente per eliminare l’amido, sino a che l’acqua rimanga limpida.
Stendo le fette sopra ad un canovaccio e ne ripongo un altro sopra per eliminare l’acqua e l’umidità presente nelle patate; una volta ben asciutte le spennello leggermente d’olio solo in un lato, le salo e le dispongo su una griglia in plastica, tipo uno scola pasta, facendo attenzione che non si sovrappongano, ho provato anche con la griglia in metallo in dotazione col microonde, ma le patate tendono a bruciarsi.
Imposto il forno a microonde al massimo della potenza (il mio è a 700w) e inizio la cottura tenendo costantemente controllata la croccantezza e la doratura delle patate, che NON devono diventare marroncine.
A volte le aromatizzo con le spezie miscelandole nell’olio.