Alice nel Paese delle Meraviglie

Le dici magra, si sente grassa
Son tutte bionde, lei è corvina
Vanno le brune, diventa albina
Troppo educata, piaccion volgari
Troppo scosciata per le comari
Sei troppo colta preparata
Intelligente, qualificata
Il maschio è fragile, non lo umiliare
Se sei più brava non lo ostentare
Sei solo bella ma non sai far niente
Guarda che oggi l’uomo è esigente
L’aspetto fisico più non gli basta
Cita Alberoni e butta la pasta
Troppi labbroni non vanno più
Troppo quel seno, buttalo giù
Bianca la pelle, che sia di luna
Se non ti abbronzi, non sei nessuna
L’estate prossima con il cotone
Tornan di moda i fianchi a pallone
Ma per l’inverno la moda detta
Ci voglion forme da scolaretta
Piedi piccini, occhi cangianti
Seni minuscoli, anzi giganti
Alice assaggia, pilucca, tracanna
Prima è due metri, poi è una spanna
Alice pensa, poi si arrabatta
Niente da fare, è sempre inadatta
Alice morde, rosicchia, divora
Ma non si arrende, ci prova ancora
Alice piange, trangugia, digiuna
E’ tutte noi, è se stessa, è nessuna.

Lella Costa  ©

Sulla linea di mezzeria...

Sulla linea di mezzeria…

Ascoltando: Bocca di Rosa di Fabrizio De Andrè

Annunci

9 pensieri su “Alice nel Paese delle Meraviglie

  1. Ascolto sempre con immenso piacere quel poeta di De Andrè, ogni canzone è una perla.
    Bravissima anche Lella Costa … è di una simpatia contagiosa.
    E che bella sei tu ;-)
    Un abbraccio, buona domenica ♥

    • Il post è volutamente provocatorio…ma lo avrai capito ;)
      Faber è immenso… ho scelto apposta questa canzone, che non parla di una vera prostituta come tutti pensano, ma più che altro denuncia il chiacchiericcio da paese, e vi sono comari femmine e “comari” maschi… i peggiori; la poesia mi ha colpito, è un invito ad alzare la testa ed essere donne, così come si è, che piaccia o meno agli altri, questa mia è l’unica foto posta e rimasta su questo blog e l’ho messa volutamente. Non faccio mai nulla a caso. Anche la foto fa parte integrante del post, la mia personale, come l’ultima…che sento molto attinente e simbolica.
      Ti abbraccio dolce Affy, buonissima domenica ♥

  2. La società, le …comari, la moda ma non solo, spesso e volentieri ci fanno sentire inadatte. :(
    Che fatica imparare ad accettarsi, apprezzare le nostre diversità e unicità e quindi amarsi senza voler assomigliare a nessuno se non a se stesse.
    Ci si mette quasi una vita intera…. ma quando finalmente si arriva alla consapevolezza di cui sopra è bello, salutare e impagabile. :)

    Ciao bellissima donna, un abbraccio e un sorriso
    Ondina

  3. Io passo, leggo e mi diverto
    ed un bel blog ho anche scoperto
    provocazioni, ma cosa sono?
    c’è chi capisce e chi non è buono
    Leggila Gigio, leggila ora
    e dopo aver letto, leggi ancora.
    Sarò anche un uomo ma non sono esigente
    Cerco di tutto ma non trovo niente…
    Or ti saluto, ed il cuore dice
    passa davvero un giorno felice…

  4. occorre un lungo percorso per arrivare alla consapevolezza di noi stesse. Nel frattempo comari e compari ti hanno fatto sentire inadeguata mille volte e se 999 volte le hai alla fine , seppur con fatica, superate, eccoti!
    Allafacciazzaloro! :-D
    Ciao. bellissima e autentica te.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...