Amore infinito

infinito amore

Adesso lo vedo diverso, come qualcosa di inarrivabile: irraggiungibile.
E’ come se tutto il sentimento fosse fuggito dalla corporeità e si fosse andato a stabilire sulla nuvola più alta e più bella per farsi ammirare ogni qualvolta si alzano gli occhi al cielo per respirarne i colori, per cercarli i colori del nostro cielo. In fondo conosco bene l’impermanenza delle cose e delle persone, tutto torna alla terra, o al vento, in modo ciclico e naturale e non posso far altro che osservare impotente questo processo. Mi chiedo dove sono finiti tutti coloro che mi hanno lasciato per sempre, tutti coloro che ho amato, coloro che tengo stretti al cuore in un ricordo; di alcuni di loro non ricordo neppure più il volto in maniera nitida e anche questo mi fa male, per ritrovarlo devo andare a cercarlo in una vecchia foto sbiadita… e la mia memoria arriva sino ad un certo punto poi si ferma, più indietro non ricorda nulla, ed io le vorrei conoscere quelle mie lontane origini, quel posto dove le mie radici hanno iniziato a lavorare consumando passione e amore nei vari letti, sino ad arrivare alla mia carne bianca e morbida, al mio corpo che guardo e tocco e che ogni giorno vedo cambiare e trasformarsi.

In un attimo mi accorgo che ci sono solo io e non sono nessuno per l’universo, se non un granello di polvere.
Esisto solo io e il limite della mia memoria… un pacchetto di ricordi che, alla fine, mi basta per tutti e due. Per me e per lui. Mi accorgo che la paura è sparita, o si è attenuata, la sua eventuale perdita non mi spaventa più come prima, so che mi farà male e so che è normale che sia. A lui ho sempre saputo di dover rinunciare, pur volendolo più di ogni altra cosa conosciuta sino ad ora, lo sapevo ed ho continuato a seguire la voce del cuore, adesso però è passato su di un altro piano, è salito ai piani alti della mia anima. Da lì posso accarezzarlo, dedicarmi a lui, persino amarlo di quell’amore che solo gli angeli, nella loro purezza, sanno provare. So che nel suo mondo attraversa la vita e il solo fatto che vive sulla mia stessa terra, che respira la mia stessa aria, che assiste, come me, al rincorrersi delle luci dell’alba con l’imbrunire del cielo nei tramonti, mi rende felice. Meraviglioso è immaginarlo assorto a guardare le stelle nelle sue costellazioni, la luna che incanta i sogni impossibili e li sospende nel firmamento; stupendo è saperlo vivere le stagioni: piccino sotto la pioggia battente, malinconico dinanzi ad un cielo livido d’autunno, dolce è immaginarlo baciato dal sole, bagnato dal mare, spettinato dal vento, infreddolito dalla neve… ma poi riscaldato dal fuoco, sognante al cospetto di un campo di fiori, bellissimo fra i papaveri in un pomeriggio qualsiasi, là, vicino ad un lago, oppure sotto ad un albero di ciliegio mentre la gola gli fa alzare le braccia per cogliere qualche frutto sui rami più bassi. Sono cose che passeggiano per la mia mente, è la mia fantasia di donna e femmina che gli ricama addosso fiori di seta, che gli intreccia fra i capelli corone di foglie, che si riempie di piccole e uniche miniature che mi portano agli occhi tutto il bello che ho provato intrecciando le nostre strade… e il solo fatto che lui esiste, qui e ora, nello stesso spazio temporale è già un sollievo per la mia anima che lo rinchiude in un ideale utopico e lo fa mio, per sempre. Dagli occhi è entrato, passando per il cuore, e dimora nella mia anima in un profondo senso d’appartenenza. C’è chi lo chiamerebbe amore, io no, io lo chiamo meraviglia e stupore, o meglio, non lo chiamo, io lo sento: infinito… e mi basta.

Laura

Ascoltando: Amore Infinito – Chiara Galiazzo

Annunci

19 pensieri su “Amore infinito

  1. Bello il sentire del post, ma l’amore è finito perchè infinito in noi, qui ed ora gli amori sono infiniti solo perchè è la nostra mente “l’oggetto” più potente che esista, lasciarsi prendere da essa è piacevole, ma dove finisce il sogno e comincia il reale? ed il reale a volte è biego e paradossale al punto che la ragione preferisce annullarsi nella mente.
    L’amore infinito è in noi e solo nostro, sfocate le immagini e le figure, meno che vecchie cartoline… ed è bene che sia così.
    Buona domenica

    • Infatti…. il senso era quello… l’amore finito, resta infinito dentro di noi, lo facciamo diventare tale perchè lo vogliamo conservare vivo in modo irreale, nel nostro mondo dove nulla è vietato e dove sappiamo bene che sogno e illusione sono un rifugio e che la realtà è altrove, là dove l’amore non c’è, dove magari neppure è mai esistito, aveva tutt’altra forma… o non ne aveva affatto. In fondo sono sottigliezze… è l’emozione che muove il mondo, sognata, reale, immaginata, scritta, pensata…dove inizia e dove finisce la regola se mai ve ne fosse una?
      Buona domenica a te :)

  2. … e anche la foto è bellissima.Mi emoziona perché si accorda benissimo con quello che hai scritto.Anche un amore finito, per qualunque ragione sia finito, resta infinito, dentro e fuori di noi.

    • Un complimento alla foto fatto da te, emoziona me :)
      Per il resto del commento sono pienamente d’accordo con te… questo era quello che volevo trasmettere con le mie parole.
      Un abbraccio, fotografa dei sogni ♥

    • grazie a te per queste parole
      è meraviglioso poter regalare qualcosa a qualcuno e se ti ho regalato una nuova prospettiva ne sono felice
      un caro abbraccio

  3. Un po’ come quei cassettini di cui parlai io. Non finisce nulla, si ripone tutto in un angolo della mente e del cuore e starà sempre lì e, quando ne sentirai l’esigenza, quel cassettino lo riaprirai, lo rivivrai, in forme diverse, ma ugualmente intense.
    Le “proiezioni” che hai scritto sono di una dolcezza infinita.

    • Esattamente come quei cassettini che ben ricordo :)
      Ci sono “cassettini” che profumano di eternità: la nostra. In fondo ognuno ha i suoi luoghi in cui andare a nascondersi quando ha freddo, poi esci da quella tana e continui il cammino come se nulla fosse accaduto al suo interno.
      Grazie, le “proiezioni” le ha scritte il cuore, lui scrive sempre meglio della mente e supera anche l’abilità della “penna”.

    • Per chi ne ha sentito il profumo, per chi lo ha sentito come tale, per chi – qualsiasi cosa fosse- l’ha custodita come un tesoro: assolutamente si. Ed è quello il suo posto: dentro.

  4. Eccomi, ma anche stasera non scriverò, sta iniziando il Gp F1… a dopo, quando sarà
    ti invierò il link, spero presto, questo è un periodo di disintossicazione da web
    ;-))

    • Ci conto… ogni tanto ci vuole, io ne torno adesso da quel periodo… quando son di luna storta aggiorno con citazioni che sento mie, ma che mie non sono. Esserci, scrivere… è diverso! :)) Buon Gp F1

  5. connubio magnifico di immagini e parole che esaltano il sentimento che scaturisce da dentro. Un dialogo che da interiore diviene transfert, volo, immensità. Le parole hanno saputo cogliere l’emozione per farne visione pura e consapevole. Bellissima pagina, complimenti. Ciao

    • Ti ringrazio sentitamente, sono molto generose le tue parole, ma le apprezzo di cuore, poichè questo è un pezzo da me molto sentito e nel quale c’ho messo più di quanto sia poi riuscita a trasmettere. Grazie a te di aver sentito determinati sbalzi di respiro. Ciao :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...