Solo tu

solo tu

Nessuno può salvarti,
se non tu stesso. Sarai continuamente messo in situazioni praticamente impossibili. Ti metteranno continuamente alla prova con sotterfugi, inganni e sforzi per farti capitolare, arrendere e/o morire silenziosamente dentro.
Nessuno può salvarti,
 se non tu stesso 
e sarà abbastanza facile fallire, davvero facilissimo, ma non farlo, non farlo, non farlo. 
 Guardali e basta. 
 Ascoltali. 
 Vuoi diventare così? 
Un essere senza volto, senza cervello, senza cuore? 
Vuoi provare la morte prima della morte? 
Nessuno può salvarti, 
se non tu stesso 
e vale la pena di salvarti. 
È una guerra non facile da vincere ma se c’è qualcosa che vale la pena 
vincere, è questa. Pensaci su,
 pensa al fatto di salvare il tuo “io”. 
Il tuo “io” spirituale. 
Il tuo “io” viscerale. 
Il tuo “io” magico che canta 
e il tuo “io” bellissimo. 
Salvalo. 
Non unirti ai “morti di spirito”. 
 Mantieni il tuo “io” 
con umorismo e benevolenza 
e alla fine, 
se necessario, 
scommetti sulla tua vita mentre combatti, fottitene del prezzo. 
Fallo! Fallo! 
Allora, saprai esattamente di cosa sto parlando.

Charles Bukowski

Annunci

5 pensieri su “Solo tu

  1. Solo io posso salvare me stesso, questo è vero, ma chi non è in grado di farlo dev’essere lasciato solo a se stesso? Perché questo sta succedendo, in un mondo competitivo, in cui la condivisione e la solidarietà sono valori in ribasso.
    Marco

    • Assolutamente no, credo che Charles Bukowski in questo pezzo voglia esortare il lettore al volersi bene, al combattere per salvarsi, non esclude che ci possano essere persone che ti invoglino o ti aiutino in questo percorso, ma se in primis il desiderio di farcela non scatta da noi stessi, nessun aiuto o vicinanza ci sarà d’aiuto e te lo dico con cognizione di causa: in qualità di ex depressa. La tua osservazione sulla solidarietà e la condivisione l’approvo, anzi, aggiungo che per quei valori ci ho sempre lottato in questo mondo che va al contrario.

  2. Mi sembra giusto quello che scrivi riguardo a Bukowski, è una chiave di lettura. Comunque è vero, e io, che ultimamente sono un po’ depresso, capisco bene cosa vuol dire cercare dentro di sè le risorse per uscire da un mondo difficile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...